Skip to content

SCEGLI LA TUA RICETTA
E ACQUISTA GLI INGREDIENTI ONLINE

Difficoltà: bassa

tortino di zucca e patate

DOSI PER 2 PERSONE

Ingredienti

  • 600 g di patate a pasta gialla
  • 300 g di zucca violina 
  • 1 cipolla bianca
  • Sale fino
  • 2 rametti di rosmarino
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Pepe nero macinato al momento
  • 40 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

Preparazione

Lavate le patate, pelatele e tagliatele a fette di 3-4 millimetri circa con l’aiuto di una mandolina.
Tagliate la zucca a fette di mezzo centimetro scarso. Usate la parte senza i semi, perché piena e senza cavità interna. Poi eliminate la buccia esterna.
Pelate la cipolla, affettatela nello spessore di 4 millimetri circa e separate i vari anelli. Metteteli in un piatto e cospargeteli con un pizzico di sale.
Lavate il rosmarino, selezionatene le foglie e tritatele finemente con la mezzaluna su un tagliere.
Rivestite uno stampo da 20 cm con carta da forno ben oleata e disponete metà patate, unite un pizzico di sale, una macinata di pepe e metà rosmarino tritato.
Disponete quindi metà delle cipolle ed un filo d’olio, ora disponete la zucca e unite un pizzico di sale e una macinata di pepe.
Procedete con le restanti cipolle e ancora un filo d’olio.
Coprite ancora con le patate, un pizzico di sale, una macinata di pepe, il resto del rosmarino tritato, un filo d’olio ed il Parmigiano grattugiato. Cuocete nel forno preriscaldato a 180° C per un’ora. Servite tiepido.

Difficoltà: bassa

polpette di maiale in crema di zucca

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • Uova 1
  • Carne di suino macinata 500 g
  • Parmigiano Reggiano DOP 80 g
  • Pane mollica 70 g
  • Zucca da pulire 700 g
  • Cipolle bianche 1
  • Sale fino q.b.
  • Timo secco q.b.
  • Olio extravergine d’oliva q.b.
  • Acqua q.b.

Preparazione

Per realizzare le polpette con crema di zucca per prima cosa occupatevi dell’impasto delle polpette: in una ciotola mettete a bagno la mollica in acqua il tempo necessario ad ammorbidirla. Poi versate in una ciotola la carne macinata, il formaggio grattugiato e il timo secco. Incorporate anche l’uovo, il pane ammollato e strizzato, un pizzico di sale e poi mescolate con le mani per amalgamare l’impasto. Quando l’impasto sarà omogeneo e compatto, prendete una piccola porzione e formate delle polpette da circa 4 cm. Con queste dosi otterrete circa 15 polpette. Tenete in frigo le polpette e occupatevi della crema: tagliate a fette la zucca ed eliminate la buccia. Tagliate la zucca a dadini, poi mondate la cipolla e tritatela. In una padella versate l’olio di semi e la cipolla tritata, rosolate a fuoco moderato per qualche minuto e poi aggiungete i dadini di zucca. Versate poca acqua, quanto basta per non far attaccare la zucca.

Profumate con le foglioline di salvia, coprite con il coperchio e cuocete così per 10 minuti. Al termine della cottura la zucca sarà morbida. Trasferitela in un mixer e frullatela per ottenere una crema. Ponete la crema nuovamente nel tegame, aggiungete le polpette. E proseguite la cottura per 25 minuti, girando le polpette e aggiungendo dell’altra acqua se dovesse asciugarsi troppo il sugo. A cottura ultimata servite le polpette ben calde.

Consiglio

Potete variare o arricchire l’impasto delle polpette con gli ingredienti che preferite: provola, salame, carne di manzo, pecorino oppure uno spicchio d’aglio schiacciato!

Difficoltà: bassa

ossa di morto di halloween

DOSI PER 8 PERSONE

Ingredienti
  • 4 albumi
  • zucchero a velo (doppio del peso degli albumi)
Preparazione Per una buona riuscita di questa ricetta occorre dosare bene il peso degli ingredienti. Una volta separati gli albumi dalle uova occorrerà pesarli perché la quantità di zucchero necessaria sarà esattamente il doppio del peso degli albumi (esempio se i 4 albumi della ricetta pesano 180 grammi occorreranno 360 grammi di zucchero). Mettete gli albumi in una ciotola molto ben pulita, possibilmente di vetro o di acciaio e cominciate a montarli con la frusta elettrica lentamente. Quando comincia a comparire un po’ di schiuma morbida aumentate la velocità, non appena gli albumi cominciano a diventare bianchi e spumosi aggiungete lo zucchero, poco per volta, continuando a montare per incorporarlo completamente. Quando i bianchi saranno ben montati, lucidi e piuttosto sodi saranno pronti. Per verificarlo rovesciate la ciotola: dovranno restare fermi e non cadere. Per dare alle nostre meringhe la forma di ossa serve una tasca da pasticcere con il becco liscio e apertura liscia e piccolina. Mettete il composto nella tasca e spremete formando delle ossa, sbizzarrendo la vostra fantasia ma attenzione a non farle troppo piccoline e sottili, altrimenti una volta pronte si spezzeranno facilmente. Infornate per 3 ore nel forno preriscaldato a 80° C, meglio se con la funzione ventilata. Aprire il forno per qualche istante, di tanto in tanto, per aiutare la fuoriuscita di umidità.

Difficoltà: bassa

CAROTE AL FORNO CON TALEGGIO

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 800 g di carote
  • 180 g di taleggio
  • 40 g di grana padano grattugiato
  • 2 uova
  • 1 dl di panna
  • 1 scalogno
  • burro
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione

Per preparare le carote al forno con taleggio pelate le carote, lavatele e riducetele a rondelle di circa un centimetro di spessore. Scaldate due cucchiai d’olio in un tegame e fatevi rosolare lo scalogno tritato. Quando diventa trasparente unitevi le carote e fatele cuocere per una decina di minuti, salando e pepando verso fine cottura.
In una ciotola lavorate il taleggio cercando di ridurlo a una crema, amalgamatelo con le uova, il formaggio grattugiato, la panna, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Lavorate il tutto, con un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.
Imburrate una pirofila, disponetevi le carote e copritele con il composto di formaggio. Passatele in forno preriscaldato a 220° e fatele cuocere per 20 minuti.
Sfornate le carote al forno con taleggio quando avranno preso un colore dorato, lasciatele assestare qualche minuto quindi servitele.

Difficoltà: bassa

CREMA DI CAROTE E COZZE

DOSI PER 6 PERSONE

Ingredienti

  • 36 cozze
  • 3/4 di brodo di pollo
  • 700 g di carote
  • 2 carote
  • 70 g di burro
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • prezzemolo
  • zucchero
  • sale
  •  

Preparazione

Tagliate due carote a dadini, insaporitele in un tegamino con una noce di burro, un pizzico di sale e uno di zucchero, cuocetele al dente e tenetele da parte. Tagliate a rondelle le altre carote, insaporitele con il restante burro, un pizzico di sale e uno di zucchero.

Versate il brodo sulle carote, cuocetele per 20 minuti, poi frullatele a crema.

In un tegame versate il vino, unite l’aglio e le cozze, ponete sul fuoco e quando le valve si schiudono staccate il mollusco. Scaldate la crema a fuoco dolce, versatela in singole ciotole, unite la dadolata di carote e le cozze. Cospargete con prezzemolo tritato.

Difficoltà: bassa

torta camilla

DOSI PER 8 PERSONE

Ingredienti

  • 250 g di carote
  • 200 g di zucchero a velo
  • 150 g di farina 00
  • 3 uova
  • 50 g di amido di mais
  • 100 g di farina di mandorle
  • 80 g di succo d’arancia
  • 80 g di olio di semi
  • la scorza di 1/2 arancia grattugiata
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

La prima operazione per fare la torta Camilla consiste nello sbucciare le carote con un pelapatate e tagliarle a tocchetti. Raccoglietele nel mixer e tritatele finemente. Aggiungete l’olio e il succo d’arancia filtrato e frullate il tutto fino a ottenere una crema omogenea e priva di pezzetti troppo grossi di carota.

In una ciotola montate le uova con lo zucchero a velo, i semi di vaniglia e la scorza d’arancia grattugiata. Dovrete ottenere un composto gonfio e spumoso che sarà aumentato di volume. Unite la farina di mandorle e la crema di carote e continuate a sbattere con le fruste elettriche.

Incorporate la farina, l’amido di mais e il lievito setacciati. Mescolate con una spatola fino ad amalgamare unendo da ultimo il pizzico di sale. Versate all’interno di uno stampo a cerniera da 22 cm di diametro imburrato e infarinato (in alternativa potete utilizzare lo staccante per dolci) e livellate.

Cuocete nel forno preriscaldato a 180° per circa 45 minuti, verificando la cottura con uno stecchino che dovrà uscire pulito. Qualora la superficie del dolce tendesse a brunire troppo copritela con un foglio di alluminio. Sfornate e fate raffreddare completamente la torta Camilla prima di servire. Spolverizzate a piacere con zucchero a velo.

Difficoltà: bassa

Omelette Margherita

DOSI PER 2 PERSONE

Ingredienti

  • 100 g di pomodorini
  • 2 spicchi di aglio
  • Sale
  • Origano
  • 125 g di mozzarella fiordilatte
  • 4 foglie di basilico
  • 2 filetti di alici sott’olio
  • 4 olive nere
  • 4 uova di gallina
  • Pepe nero macinato al momento
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  •  

Preparazione

Lavate i pomodorini e tagliateli a cubetti spicchietti. Metteteli in un colino con l’aglio spellato ed affettato, un pizzico di origano e sale far perdere loro il liquido in eccesso con anche la mozzarella scolata e tagliata. Mescolateli di tanto in tanto.

Lavate il basilico e spezzettatelo grossolanamente.
Scolate le alici, tamponatele con carta da cucina e spezzettatele grossolanamente.
Snocciolate le olive ed affettatele o spezzettatele grossolanamente.

In una ciotola sgusciale le uova, unite un pizzico di sale, una macinata di pepe e sbattete con la forchetta.
Scaldate una padella antiaderente ed ungetela con l’olio. Versate le uova e ruotate la padella per spargerle uniformemente. Mettete il coperchio e cuocete 4-5 minuti a fiamma media.

Quando la parte superiore si sarà addensata disponete su metà dell’omelette la mozzarella, i pomodorini (togliendo l’aglio), le olive, il basilico, una manciata di origano ed una macinata di pepe.
Staccate i bordi dell’omelette con una paletta e ripiegate la parte scoperta su quella farcita, senza coprirla completamente.
Fate scivolare l’omelette sul piatto da portata e servite immediatamente.

Difficoltà: bassa

Polpo alla siciliana

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

Per la cottura del polpo

  • 1 kg di polpi
  • 1 cipolla bianca
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 2 l di acqua
  • 1 manciata di pepe nero in grani

Per completare la preparazione

  • 4 rametti di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 coste di sedano
  • 2 carote
  • 10 g di capperi sott’aceto
  • 50 g di olive verdi siciliane al peperoncino
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Mezzo limone
  • Sale
  •  

Preparazione

Mettete il polpo in una ciotola, coprirlo, e preparate il condimento.
Selezionate le foglie di prezzemolo, lavatele, tamponatele con carta da cucina e tritatele finemente assieme all’aglio. Per comodità potete usare la mezzaluna su un tagliere.
Lavate il sedano, tagliate le coste in striscioline di mezzo centimetro di lato circa e ricavatene dei cubetti.

Lavate le carote, pelatele e ricavatene dei cubetti grandi quanto quelli di sedano.
Sciacquate i capperi e strizzateli bene, snocciolate le olive ed emulsionate l’olio con il succo di limone appena spremuto.

Mescolate tutti gli ingredienti, quindi condite con l’olio ed il trito mescolando bene. Regolate di sale.

Se preferite gustarlo freddo meglio far riposare in frigorifero per un’oretta.

Difficoltà: bassa

COUS COUS ESTIVO

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

Per la preparazione dei peperoni

  • 300 g di peperoni rossi
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • 4 rametti di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio

Per la preparazione delle zucchine

  • 300 g di zucchine
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • Sale
  • Pepe nero macinato al momento
  • 4 rametti di prezzemolo

Per la preparazione delle melanzane

  • 300 g di melanzane
  • Sale
  • Olio di semi di arachide per friggere

Per completare la preparazione

  • 320 g di cuscus
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 400 ml di Brodo vegetale
  • Sale

Preparazione

Preparazione dei peperoni

Accendete il grill del forno e disponete la griglia ad una ventina di centimetri dalle resistenze. Lavate i peperoni sotto acqua fresca corrente e metteteli in una teglia, quindi infornateli.
Fateli rosolare da tutti i lati fintanto che non si saranno sbruciacchiati.
Ritirateli, metteteli in un piatto e copriteli con una ciotola rovesciata. Lasciateli riposare così per 5 minuti. In questo modo si spelleranno meglio.
Spellateli, apriteli, eliminate i semi e riduceteli a filetti di un centimetro di spessore, e ricavate dei quadratini. Conservate e filtrate il liquido che contengono.
Conditeli in una ciotola con un filo d’olio, un po’ del loro liquido, sale, prezzemolo e aglio tritati.

Preparazione delle zucchine

Lavate bene le zucchine sotto acqua fresca corrente.
Tagliate e scartate le estremità, quindi affettatele nello spessore di un centimetro e ricavate dei cubetti. Pelate la cipolla, affettatela nello spessore di 4-5 millimetri, tagliate le fette a metà e ricavatene dei piccoli cubetti. Mettete l’olio in una padella assieme alle verdure a cubetti. Portatela sul fuoco e fatela dolcemente soffriggere per un paio di minuti.
Unite un pizzico di sale, una macinata di pepe e cuocete per un paio di minuti mescolando con un cucchiaio di legno.
Abbassate la fiamma, coprite e cuocete per 5 minuti. Mescolate di tanto in tanto.
La cottura avverrà grazie all’acqua contenuta nelle zucchine. Se il fondo dovesse asciugarsi troppo unite qualche cucchiaio di acqua o di brodo vegetale.
Trascorso il tempo indicato scoperchiate, alzate la fiamma e cuocete per altri 5 minuti, mescolando spesso.
Spegnete il fuoco, unite del prezzemolo tritato, mescolate e coprite.

Preparazione delle melanzane

Lavate le melanzane, scartate le due estremità con il picciolo e tagliatele a cubetti di un centimetro abbondante di lato.
Metteteli in un colino, salate leggermente e mescolate.
Lasciatele riposare per una ventina di minuti mescolando di tanto in tanto in modo che perdano il liquido di vegetazione.
Scaldate abbondante olio in una padella. Quando è molto caldo (la temperatura giusta è 180°C) friggete le melanzane immergendone poche alla volta e movendole spesso con una paletta affinché non si attacchino tra loro.
Quando si sono uniformemente dorate, scolatele accuratamente con un mestolo forato e passatele sulla carta da cucina per eliminare l’unto in eccesso.

Per completare la preparazione
Mettete il cuscus in una ciotola, unite l’olio, mescolate, quindi copritelo con il brodo bollente e lasciatelo riposare coperto per 5 minuti.
Mescolate e sgranatelo con una forchetta per staccare bene i chicchi fra loro. Regolate di sale.

Unite le verdure mescolando delicatamente. Coprite bene la ciotola e mettetela una mezz’ora in frigorifero prima di servire.
Servite con un filo d’olio a crudo.

Difficoltà: bassa

Pasta con ricotta e olive

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 360 g di pasta
  • 300 g di ricotta di pecora
  • 1 cucchiaio di capperi sott’aceto
  • 40 g di Parmigiano grattugiato
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • peperoncino in polvere
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione

Lavate il prezzemolo, i capperi e le olive. Snocciolate queste ultime (tenetene da parte alcune intere) e tritatele insieme al prezzemolo e ai capperi, non troppo finemente, con la mezzaluna. Mettete il trito ottenuto in una ciotola e conditelo con l’olio.

Sbucciate l’aglio, eliminate la radichetta, quindi schiacciatelo con un pizzico di sale, usando la punta di un coltello a lama triangolare; aggiungete la cremina di aglio al trito preparato, unite un pizzico di peperoncino e mescolate per amalgamare bene tutto.

In un’altra ciotola lavorate con un mestolo la ricotta, finché sarà soffice e cremosa; unite quasi tutto il parmigiano, mescolate, aggiungete un pizzico di pepe e regolate di sale.

Nel frattempo lessate la pasta e scolatela al dente, versando poca acqua di cottura nella zuppiera di servizio per scaldarla; tenetela qualche secondo, poi gettatela ma conservatene un po’.

Trasferite nella zuppiera il composto di ricotta (tranne una piccola parte) e scioglietelo con poca acqua di cottura, poi unite le casarecce e mescolate.

Distribuite la pasta tra le varie fondine, condite con il paté di olive e la crema di ricotta tenuta da parte. Decorate con le olive intere, qualche fogliolina di prezzemolo e servite subito.

Consigli

Potete sostituire metà delle olive con dei pomodori secchi (5 g circa per ogni persona, più o meno un pomodoro secco) e tritarli con le olive e il prezzemolo: otterrete un sapore più delicato e regalerete al piatto una nota di colore.

Difficoltà: bassa

Pollo con patate novelle

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 8 fusi di pollo
  • 600 g di patate novelle
  • 4 cipolle dorate
  • 1 spicchio di aglio
  • 10 cl di vino bianco secco
  • 4 rametti di maggiorana
  • pepe rosso in grani
  • 2 peperoncini freschi
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale

Preparazione

Tritate l’aglio con le foglioline di maggiorana e poneteli in una ciotola capiente; aggiungetevi qualche grano di pepe rosso, condite con l’olio, un pizzico di sale e mescolate.

Ponete nella ciotola i fusi di pollo, girateli in modo che si condiscano bene, coprite la ciotola con pellicola e ponetela in frigo per circa un’ora. Rimettetele a temperatura ambiente almeno 20 minuti prima di cuocerle.

Sbucciate le cipolle e tagliatele in due, in orizzontale.

Togliete la pellicola e ponete il contenuto della ciotola in una teglia antiaderente, che vada sia sul fuoco che in forno. Aggiungete patate e cipolle, mescolate e ponete la teglia su fuoco vivace per 4-5 minuti; fate colorire in modo uniforme tutti gli ingredienti, girandoli con un mestolo. Unite il vino e fatelo sfumare.

Versatevi un dito di acqua calda, aggiungete i peperoncini interi, coprite la teglia con carta di alluminio e trasferitela nel forno già caldo a 180°C (funzione statica). Tenetela in forno per 40 minuti circa, controllando ogni tanto che gli ingredienti non siano troppo asciutti. Togliete l’alluminio e tenete ancora una decina di minuti, in modo che sia tutto ben rosolato, quindi servite.

Difficoltà: bassa

CROSTATA AI LAMPONI

DOSI PER 1 CROSTATA

Ingredienti

Per l’impasto

  • 1 confezione da 230 g di Pasta frolla pronta

Per il ripieno

  • 400 g di Lamponi
  • 250 ml di Panna fresca da montare
  • 4 Savoiardi
  • 2 cucchiai di Zucchero a velo

Per lo sciroppo

  • 80 g di Zucchero semolato
  • 40 ml di Acqua
  • 2 cucchiai di Cognac

Per la decorazione

  • 1 cucchiaio di Zucchero a velo

Preparazione

Distribuite sul panetto di frolla un po’ di farina, stendetelo con il matterello, ricavandone un disco dello spessore di circa 1 cm; foderatevi uno stampo di 22 cm di diametro, imburrato e infarinato.

Dopo aver bucherellato il fondo della frolla con i rebbi di una forchetta, copritela con un foglio di carta da forno e legumi secchi e mettete in forno a 180°C (funzione statica) per 15 minuti; quindi togliete i legumi e il foglio e rimettete in forno per altri 10-15 minuti, finché il guscio di frolla sarà croccante.

Sfornate la frolla, aspettate che si sia appena intiepidita, toglietela delicatamente dallo stampo e appoggiatela su una griglia perché si raffreddi.

Preparate uno sciroppo facendo sciogliere in un pentolino lo zucchero con l’acqua e il cognac, a fiamma bassa per 5 minuti; poi lasciatelo intiepidire.

In una ciotola, usando le fruste elettriche, montate la panna a metà; aggiungete lo zucchero a velo setacciato e mettetela da parte.

Lavate accuratamente i lamponi e conditeli con lo sciroppo.

Sulla base di frolla fredda spalmate uno strato di panna e sbriciolatevi sopra i savoiardi. Distribuitevi i lamponi conditi con lo sciroppo, aspettate che si sia ben raffreddato, spolverizzate a piacere con zucchero a velo setacciato e servite.

Se volete rendere più colorata e ricca questa crostata, potete decorarla anche con frutti di bosco misti: disponendoli a caso, a settori, ad anelli concentrici o come più vi piace, sbizzarrendo la vostra fantasia.

Difficoltà: bassa

PASTA COZZE E CREMA DI FAGIOLI

DOSI PER 2 PERSONE

Ingredienti

  • 500 g di cozze
  • 4 rametti di prezzemolo
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Pepe nero macinato al momento
  • Sale
  • 200 g di fagioli già cotti, anche in scatola (peso sgocciolato)
  • 1 cucchiaio di panna
  • 160 g di pasta

Preparazione

Scolate le cozze tenendo da parte il liquido di cottura, eliminate le conchiglie e mettere i molluschi in una ciotola abbastanza grande da condirci dentro la pasta.

Conditele con due cucchiai d’olio, una macinata di pepe, un pizzico di sale e l’aglio che poi eliminerete.

Mettete in un colino a maglie fini uno strofinaccio pulito, filtratevi il liquido delle cozze e tenetelo da parte.

Scolate i fagioli dal proprio liquido di governo e passateli al passaverdura in una ciotola. Stemperate la purea che si ottiene con la panna e diluirlo con 4-5 cucchiai di liquido di cottura delle cozze, fino a fargli raggiungere una consistenza cremosa.

Lessate la pasta, scegliendo tra i vostri formati preferiti come ad esempio Gnocchetti sardi, orecchiette o conchigliette in abbondante acqua salata, scolatela e conditela nella ciotola delle cozze.

Disponete sul fondo dei piatti la crema di fagioli, la pasta e cospargete con il prezzemolo tritato per servire.

Difficoltà: bassa

POLPETTE DI POLLO E ZUCCHINE AL FORNO

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 400 g di petto di pollo o altre parti in genere, peso disossato
  • 200 g di zucchine
  • 2 rametti di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 uova di gallina
  • 150 ml di latte
  • Sale
  • Pepe nero macinato al momento
  • 100 g di pane grattugiato da mettere nell’impasto
  • Pane grattugiato per rivestire le polpette
  • Olio extravergine di oliva

Preparazione

Pulite la carne di pollo eliminando eventuali filamenti, ossicini e parti grasse. Tagliatela a pezzi. Si possono usare tutte le parti del pollo: il petto, la coscia, la sovracoscia. L’importante è che siano ben disossati e puliti.

Lavate le zucchine, eliminate le estremità e tagliatele a pezzi di 2-3 centimetri di larghezza.

Lavate il prezzemolo e selezionatene le foglie.

Spellate l’aglio, tagliatelo a metà e rimuovete l’anima interna. Spremetelo con l’apposito attrezzo, oppure tritatelo.

Mettete in un mixer la carne di pollo e cominciate a frullare per un minuto circa, in modo che la carne inizi a spezzettarsi.

Unite quindi le zucchine, le uova, il latte, il prezzemolo, l’aglio, un pizzico di sale, una macinata di pepe e mixate fino ad ottenere un composto ben amalgamato.

Portate il composto in una ciotola e aggiungete il pangrattato (la dose da mettere nell’impasto). Mescolate per amalgamate, si deve ottenere un impasto soffice, ma lavorabile.

Ungete le mani con un goccio d’olio, quindi prelevate porzioni di impasto da circa 90-100 grammi e formate delle polpette. Ne verranno 8 pezzi.

Man mano che sono pronte rotolatele nel pangrattato, quindi mettetele in una teglia da forno antiaderente ben unta d’olio. Schiacciatele al centro, quindi giratele. Se non si sono unte in modo uniforme aggiungere un altro filo d’olio sopra.

Cuocete nel forno preriscaldato a 200°C per 30 minuti, girandole a metà cottura.

Ottime calde, ma anche tiepide, ideale con un’insalata mista d’accompagnamento.

Difficoltà: bassa

CROSTATA DI PERE AL VINO

DOSI PER 1 CROSTATA

Ingredienti

Per l’impasto

  • 1 confezione da 230 g di Pasta frolla pronta

Per la farcia

  • 500 g di Crescenza
  • 10 Biscotti secchi
  • 2 Uova
  • 80 g di Zucchero semolato

Per le pere

  • 5 Pere
  • 1/2 l di Vino rosso
  • 1 stecche di Cannella
  • 2 Chiodi di garofano
  • 2 bacche di Cardamomo
  • 1 Anice stellato
  • 1 pizzico di Noce moscata
  • 400 g di Zucchero semolato

Per guarnire

  • Mandorle tritate

Preparazione

Lavate e bucciate le pere lasciando il picciolo.

Versate in una pentola capiente il vino, le spezie e lo zucchero e mettetela sul fuoco, appena il vino comincerà a bollire, unite le pere e lasciatele cuocere a fiamma dolce per 20 minuti circa, mescolando di tanto in tanto.

Quando le pere saranno cotte, sgocciolatele e trasferitele su un piatto; se necessario lasciate il vino sul fuoco fino a quando non si sarà ritirato assumendo una consistenza sciropposa. Spegnate e lasciate intiepidire.

Preparate la crema. Sbattete le uova con zucchero fino a quando saranno chiare e spumose, unite la crescenza e amalgamate con cura.

Tritate finemente i biscotti nel mixer.

Foderate una teglia rettangolare di 32×10 cm con carta da forno, precedentemente bagnata e strizzata.

Adagiate la frolla sulla teglia, fatela aderire bene, bucherellate il fondo con una forchetta, create sulla base uno strato di biscotti e copritelo con la crema di crescenza.

Trasferite la base preparata in forno preriscaldato a 180°C (modalità statica) per 30 minuti circa, se vedete che prende troppo colore, coprite il dolce con un foglio di carta di alluminio.

A cottura ultimata, sfornate il dolce e fatelo raffreddare completamente, quindi sfilate lo stampo e trasferitelo su un piatto da portata.

Distribuite ora le pere al vino (tagliate a metà in senso verticale e senza torsolo) sulla superficie della torta adagiandole in modo alternato, poi ricoprite con lo sciroppo di vino filtrato, spolverizzate con la granella di mandorle e servite.

Difficoltà: bassa

BOCCONCINI DI PASTA SFOGLIA AGLI SPINACI

DOSI PER 8 PERSONE

Ingredienti

  • 500 g di spinaci
  • sale
  • 150 g di ricotta
  • 50 g di parmigiano reggiano
  • 1 uovo 
  • pepe nero macinato al momento
  • 250 g di pasta sfoglia
  • maggiorana

Preparazione

Pulite gli spinaci selezionando le foglie, scartando tutti i gambi e sciacquate abbondantemente in acqua fresca corrente. Metteteli in una capace pentola, portateli sul fuoco e fateli bollire a fuoco moderato per 10 minuti. Non aggiungete altra acqua che non quella che resta sulle foglie dopo il lavaggio. A metà cottura unite un pizzico di sale.

Quando cotti, mettete gli spinaci in un colino e pestateli con un cucchiaio in modo da strizzarli e levare i residui d’acqua.

Tritateli finemente con la mezzaluna sul tagliere.

In una terrina mescolate gli spinaci, la ricotta, il Parmigiano Reggiano grattugiato, l’uovo sbattuto (tenendone da parte un poco per pennellare la superficie), un pizzico di sale, uno di maggiorana e una macinata di pepe.

Foderate una placca da forno di forma circolare da 25-28 cm di diametro con carta da forno leggermente inumidita affinché diventi più malleabile.

Stendete la pasta sfoglia nello spessore di 2-3 millimetri circa e con un tagliabiscotti dal bordo smerlato del diametro di 5 centimetri circa ricavate tanti pezzi di sfoglia. Rimpastate e ridistendete i ritagli fino a ottenere più pezzi possibile.

Bucherellate i pezzetti di pasta sfoglia con i denti di una forchetta.

Mettete su un pezzo di pasta sfoglia un cucchiaio di ripieno, quindi sovrapponete un altro pezzo e sigillate bene.

Disponete tutti i bocconcini sulla placca da forno e spennellateli con l’uovo sbattuto tenuto da parte.

Infornate nel forno preriscaldato a 200°C per 12-15 minuti. Se necessario prolungate di qualche minuto la cottura fino ad ottenere una pasta uniformemente dorata.

Servite tiepidi.

Difficoltà: bassa

risotto piselli, asparagi e zafferano

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 500 g di asparagi
  • 100 g di piselli (peso sgranato)
  • 4 cipollotti
  • 2 l di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe nero macinato al momento
  • 2 bustine di zafferano
  • 320 g di riso

Preparazione

Lavate accuratamente gli asparagi sotto acqua corrente, rimuovete la parte bianca del gambo, raschiarli con un coltello non troppo affilato facendo molta attenzione a non toccare le punte, fragili e delicate. Affettateli nello spessore di mezzo centimetro.

Scolate i piselli, lavate i cipollotti, eliminate le radichette e lo strato più esterno, quindi tritateli molto finemente.

Scaldate il brodo e mettete in una pentola da minestra l’olio e i cipollotti. Portatela sul fuoco e fateli dorare a fiamma media.

Unite i piselli e gli asparagi, lasciateli cuocere per un paio di minuti a fiamma vivace, quindi unite un mestolo di brodo, un pizzico di sale, una macinata di pepe e cuocete per 10 minuti a fiamma media con un coperchio.

Sciogliete lo zafferano in una ciotolina con un cucchiaio di brodo.

Trascorso il tempo di cottura delle verdure, ritirate le punte degli asparagi e tenetele da parte, quindi alzare la fiamma, fate asciugare il fondo di cottura, unite il riso e fatelo tostare un minuto.

Unite 4-5 mestoli di brodo bollente e impostate il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso che si sta usando (solitamente 15-18 minuti).

Continuate unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, verso metà cottura assaggiate per regolare di sale.

A circa 2 minuti prima della fine del tempo di cottura del riso, unite lo zafferano e mescolate continuamente fino a fine cottura.

Spegnete il fuoco, lasciate riposare un minuto e servite decorando con le punte di asparago tenute da parte.

Difficoltà: bassa

polpettone con radicchio, noci e speck

DOSI PER 1 polpettone

Ingredienti

Per l’impasto

  • 600 grammi di carne macinata
  • 2 uova
  • 30 grammi di parmigiano
  • 1 panino da 50 grammi
  • prezzemolo tritato
  • sale

Per il ripieno

  • 1 cespo di radicchio
  • 50 grammi di noci
  • 6 fette di speck
  • 50 grammi di gorgonzola dolce ( o taleggio o altro formaggio a piacere)
  • Sale e olio per la cottura del radicchio

Preparazione

Lavate e fate a pezzetti il radicchio, in una padella versare l’olio, unite le noci e fatele tostare, aggiungete il radicchio, salate e fate cuocere per pochi minuti.
In una terrina lavorate il macinato con le uova, il parmigiano, il sale ,il prezzemolo ed il panino precedentemente ammollato a strizzato.
Mettete un foglio di carta forno su un tavolo, cospargetelo con del pangrattato e stendete l’impasto di carne con le mani.
Mettete sulla carne le fette di speck, poi radicchio e noci , ed il gorgonzola a pezzetti, arrotolate l’impasto su se stesso aiutandovi con la carta forno.

Sigillate benissimo le due estremità e mettete il polpettone in forno statico a 180° per circa 40 minuti, con tutto il foglio di carta forno, questo è importantissimo, la carta forno impedirà al polpettone di rompersi in cottura ed inoltre tutti i succhi della carne non si disperderanno nella teglia ma resteranno all’interno dell’involucro mantenendo la carne morbida.
Quando il polpettone sarà cotto lasciatelo raffreddare prima di affettarlo.

Difficoltà: bassa

Pasta alla crema di carciofi e speck

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 360 g Penne Rigate
  • 4Carciofi (di medie dimensioni)
  • 100 g Speck (tagliato in cubetti)
  • 1Cipolla bianca
  • 50 g Parmigiano reggiano (grattugiato)
  • Il succo di un limone
  • 1 Ciuffetto di prezzemolo
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe

Preparazione

Lava e pulisci bene i carciofi avendo cura di togliere le foglie esterne più dure; poi, taglia il cuore del carciofo in spicchi piuttosto piccoli e mettili in una bacinella con il succo di limone per 15 minuti circa.

Inserisci in una padella di medie dimensioni la cipolla tagliata a pezzetti piuttosto piccoli e falla rosolare leggermente nell’olio; poi, trascorsi i 15 minuti in cui i carciofi saranno rimasti in ammollo nel limone, metti nella padella anche i carciofi con un paio di cucchiai d’acqua di ammollo ed aggiungi anche il prezzemolo tritato.

Fai cuocere i carciofi nella padella (coperta con il coperchio) per una decina di minuti, quindi, aggiungi il sale ed il pepe, trasferisci il contenuto della padella in un tritatutto e trita fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo.

Rimetti il composto nella padella ed aggiungervi lo speck tagliato a cubetti; poi, fai insaporire bene il tutto a fuoco lento per 5 minuti.

Aggiungi nella padella la robiola ed il parmigiano ed amalgama fino ad ottenere una crema vellutata.

Quando il sugo sarà quasi pronto, fai cuocere la pasta al dente, poi scolala ed uniscila al sugo nella padella; amalgama bene e poi potrai servire in tavola le tue penne alla crema di carciofi e speck.

Consigli

Per preparare questa ricetta abbiamo aggiunto un po’ d’acqua di ammollo dei carciofi con il limone che donano al sugo un gusto fresco e piacevolmente acido; però, se vuoi evitare questo sapore, puoi aggiungere del brodo vegetale al posto dell’acqua di ammollo. BUON APPETITO!!!

Difficoltà: bassa

Carciofi ripieni gratinati

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 4 persone porzioni
  • 600
  • g funghi champignon puliti
  • 8 carciofi mammole
  • menta
  • limone
  • Parmigiano Reggiano Dop
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Preparazione

Per preparare i carciofi ripieni gratinati, tagliate i funghi molto finemente.

Spuntate i carciofi: scavateli eliminando la lanugine interna (il cosiddetto pappo) con uno scavino; immergeteli via via in acqua mescolata con il succo di 1/2 limone. Conservate i primi 5-6 cm dei gambi, decorticateli e sminuzzateli.

Preparate il ripieno: rosolate i funghi e i gambi dei carciofi in una casseruola con 4-5 cucchiai di olio, una presa di sale e 1/2 cucchiaio di acqua; cuocete a fuoco vivo finché i funghi non cominciano a rilasciare la loro acqua; abbassate quindi il fuoco al minimo, coprite e cuocete per circa 30 minuti, poi togliete il coperchio e lasciate asciugare il liquido rimasto per una decina di minuti ancora.

Disponete i carciofi in una casseruola che li contenga in misura, con la parte scavata verso l’alto; salateli, pepateli e profumate con 1 rametto di menta. Unite abbondante olio, circa 1 cm di livello (poi verrà scolato). Versate poi l’acqua e limone in cui avete immerso i carciofi, fino a metà dell’altezza degli ortaggi: servirà a cuocerli mantenendoli chiari.

Coprite con un coperchio, portate a bollore, poi abbassate e cuocete per circa 30 minuti.

Scolate i carciofi e sistemateli in un contenitore adatto al forno.

Mescolate il ripieno con 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato e distribuitelo all’interno dei carciofi.

Cospargeteli con altro parmigiano grattugiato e fateli gratinare in forno a 200 °C per 10 minuti circa.

Difficoltà: bassa

Torta soffice all’arancia

DOSI PER 1 torta

Ingredienti

  • 4 uova
  • 360 g di farina
  • 220 g di zucchero di canna
  • 150 ml di olio di girasole
  • 3 arance tarocco
  • 1 bustina di lievito
  • olio (per oliare lo stampo)

Preparazione

La ricetta della torta all’arancia è pronta in pochi minuti: iniziate rompendo 4 uova in una ciotola, aggiungete lo zucchero di canna e mescolate con un frullino fino a ottenere un composto spumoso. Grattugiate la buccia di un’arancia e aggiungetela al composto, assieme all’olio di girasole e frullate ancora.

Spremete il succo delle tre arance, 150 ml circa, e unitelo all’impasto. Sempre mescolando, iniziate a incorporare la farina, quindi il lievito.

Una volta amalgamati tutti gli ingredienti, versate il composto liscio in una teglia oliata e infarinata. Mettete in forno a 180 gradi per 40 minuti. Lasciate raffreddare prima di sformare la torta.

Una volta fredda, cospargete la torta all’arancia con dello zucchero a velo. 

Difficoltà: bassa

Risotto acciughe e radicchio

DOSI PER 2 PERSONE

Ingredienti

  • 4 filetti di alice sott’olio
  • 1 scalogno
  • 60 g di radicchio rosso (peso al netto degli scarti)
  • 1 l di brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 160 g di riso
  • 50 ml di vino bianco secco
  • sale

Preparazione

Scolate i filetti di alice e tamponateli con carta da cucina. Spezzettateli grossolanamente.

Tritate molto finemente lo scalogno.

Affettate il radicchio, lavatelo ed asciugatelo in una centrifuga da insalata oppure con uno strofinaccio pulito. Tritatelo grossolanamente su un tagliere utilizzando un grosso coltello o la mezzaluna.

Scaldate il brodo.

In una pentola da minestra mettere l’olio, lo scalogno tritato, le alici e fate rosolare a fiamma dolce.

Unite un paio di cucchiai di brodo e proseguite la cottura a fiamma dolce per 3-4 minuti.

Alzate la fiamma, unite il riso e fatelo tostare per un minuto mescolando continuamente con un cucchiaio di legno.

Unite il vino, fatelo evaporare sempre mescolando, quindi unite 4-5 mestoli di brodo bollente e impostate il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso scelto.

Continuate la cottura aggiungendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, 5 minuti prima della fine del tempo di cottura del riso, unite il radicchio.

Mescolate continuamente e portate a fine cottura.

Spegnete il fuoco, e regolate di sale assaggiando prima perché le alici e il brodo potrebbero già aver dato il giusto grado di salato al piatto.

Lasciate riposare un paio di minuti prima di servire.

Difficoltà: bassa

Salmone e gamberi al cartoccio

DOSI PER 2 PERSONE

Ingredienti

Per la preparazione dei gamberi

  • 8 gamberi di media dimensione
  • Mezzo limone
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • pepe bianco macinato al momento

Per completare la preparazione

  • 2 filetti disalmone da 150 g circa cadauno
  • olio extravergine di oliva
  • Mezzo limone con la buccia non trattata
  • 4 rametti di prezzemolo
  • sale
  • 2 cucchiaini di pepe verde in salamoia
  • 4 spicchi di aglio
  • pepe nero macinato al momento

Preparazione

Pulire e marinare i gamberi

Pulite i gamberi eliminando la testa, sgusciandoli e sfilate il budellino scuro posto sulla schiena.

Sciacquateli brevemente, quindi metteteli in una ciotola assieme al limone spremuto, l’aglio a fette, un filo d’olio e pepe bianco macinato al momento.

Mescolate bene, coprite e fate marinare per almeno 10 minuti.


Completare la preparazione

Pulite i filetti di salmone, eliminando eventualmente la pelle con un coltello affilato, sciacquateli sotto acqua corrente.

Ungete il salmone spennellandolo con un filo d’olio da entrambi i lati.

Lavate bene il limone ed affettatelo.

Lavate il prezzemolo, tamponatelo con carta da cucina, selezionate le foglie più belle e tritatele finemente, meglio con una mezzaluna su un tagliere.

Preparate un foglio di carta da forno piuttosto grande per ogni filetto di salmone. Bagnateli brevemente sotto acqua corrente, accartocciateli e ridistendeteli per renderli più malleabili.

Mettete su ogni pezzo di carta da forno qualche fettina di limone, un filetto di salmone e 4 gamberi.

Unite un filo d’olio, un pizzico di sale, le bacche di pepe verde, l’aglio non spellato, una macinata di pepe nero ed una spolverizzata di prezzemolo tritato.

Chiudete i cartocci sigillandoli bene con spago da cucina e riponeteli sulla leccarda del forno.

Infornate a 180°C per 15 minuti.

Sfornate e lasciate riposare i cartocci per 5 minuti.

Servite un cartoccio per commensale, da aprire direttamente a tavola, accompagnando con olio a crudo.

Difficoltà: bassa

Cheesecake al torrone facile e veloce

DOSI PER 1 cheesecake

Ingredienti

Per la base

  • 250 grammi di biscotti
  • 160 grammi di burro

Per la crema al torrone

  • 300 grammi di panna da montare vegetale
  • 150 grammi di torrone morbido bianco
  • 50 ml di latte

Preparazione

Per la base:

Tritate i biscotti e metteteli in una terrina, unite il burro sciolto e mescolate bene.
Versate il composto in una tortiera a cerniera rivestita con un foglio di carta forno.
Con il dorso di un cucchiaio compattate bene e fate riposare la base in frigorifero.

Per la crema:

Tagliate a pezzetti il torrone e mettetelo in un pentolino a fiamma molto bassa insieme al latte, mescolate fino a quando il tutto non diventa morbido e mettete da parte.
Montate la panna a neve ed unite il torrone sciolto, mescolate bene e versate la crema sulla base di biscotti.
Mettete il dolce in frigorifero per almeno due ore.

La vostra cheesecake al torrone è pronta per essere gustata: un dolce ideale per le feste ed un modo goloso per usare il torrone avanzato.

Difficoltà: bassa

SPIEDINI FREDDI DI WURSTEL

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 2 wurstel medi
  • 80 g di Leerdammer
  • 6 olive verdi
  • 12 pomodorini
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Sale fino
  • Pepe nero macinato al momento
  • 40 g di ketchup

Preparazione
Tagliate i wurstel in modo da ricavare da ognuno 6 pezzetti, tagliate il formaggio in modo da ottenere 12 pezzetti. Poi snocciolate le olive, lavate i pomodorini e tagliateli a metà.

Potete passare ora alla composizione, infilzate su stecchi da spiedino i vari ingredienti in questo ordine: un pezzetto di wurstel, un pomodorino ricomposto, un cubetto di formaggio, un’oliva, un altro cubetto di formaggio, un altro pomodorino e chiudete con un pezzetto di wurstel.

Potete preparare anche in anticipo i vostri spiedini e al momento di servirli potete accompagnarli con delle ciotoline con diversi condimenti: mettete in una ciotolina l’olio, un pizzico di sale ed una macinata di pepe, e nell’altra ciotolina il ketchup e servite.

Difficoltà: media

INSALATA DI RISO GIALLA

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 400 ml di acqua
  • 1 bustina di zafferano
  • Sale fino
  • 200 g di riso Basmati
  • 1 peperone rosso di piccole dimensioni
  • 140 g di piselli già cotti, anche in scatola (peso sgocciolato) di piccole dimensioni
  • 1 carota
  • 100 g di scamorza affumicata
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Menta in foglie per decorare

Preparazione

Mettete in una pentola l’acqua e portatela a bollore, scioglietevi la bustina di zafferano, unite due generosi pizzichi di sale ed in fine il riso.

Mescolate accuratamente, coprite e cuocete a fiamma bassa per una decina di minuti, mescolando di tanto in tanto e facendo molta attenzione a che non attacchi verso fine cottura, quando dovrà aver assorbito tutta l’acqua.

Spegnete e lasciate riposare il riso coperto per una decina di minuti, quindi mettetelo in una ciotola, sgranatelo con una forchetta e fatelo raffreddare.

Nel frattempo preparate il condimento: lavate il peperone e tagliatelo a piccoli cubetti, eliminando i semi e i filamenti bianchi.

Se si usano i piselli in scatola scolateli e sciacquateli brevemente sotto acqua corrente. Lavate le carote, spellatele per togliere il lato più esterno e tagliatele a pezzettini; tagliate la scamorza a cubetti.

Quando il riso si sarà raffreddato unitevi le verdure e mescolate accuratamente. Condite con olio e regolate di sale, continuando a mescolare, aggiungete poi la scamorza.

Coprite con pellicola trasparente e fate riposare in frigorifero per almeno un’ora prima di servire.

Se piace, potete decorare con foglie di menta.

Difficoltà: media

CUBETTI DI SALMONE E PISELLI IN PADELLA

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti

  • 250 ml di Brodo vegetale
  • 300 g di piselli (peso sgranato)
  • 1 cipolla bianca
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 400 g di salmone in trancio o in filetto
  • Pepe nero macinato al momento
  • Sale fino

Preparazione

Cominciate con scaldare il brodo e passate a sgranare i piselli.

Spellate la cipolla e tritatela grossolanamente, mettete in una padella l’olio, la cipolla tritata e portatela sul fuoco.

Fate soffriggere la cipolla a fiamma bassa finché non si sarà ben dorata.

Alzate la fiamma, aggiungete i piselli e cuocete per qualche minuto a fiamma vivace.

Aggiungete del brodo vegetale tanto quanto ne servirà a coprire i piselli, un pizzico di sale, una macinata di pepe e lasciate cuocere a fuoco medio, con coperchio, per 12 minuti circa. Il tempo di cottura esatto dipenderà dalla grandezza dei piselli e dalla consistenza della loro buccia. Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo, aggiungete altro brodo.

Nel frattempo pulite il salmone, togliere la pelle e riducetelo in cubetti di un paio di centimetri di lato.

Verso fine cottura dei piselli togliete il coperchio, alzate la fiamma per fare asciugare il fondo di cottura ed unite il salmone.

Cuocete a fiamma vivace per 5 minuti circa. Attenzione: il salmone deve cuocere, ma non seccare. Mescolate molto delicatamente, con un cucchiaio, spostando gli ingredienti per amalgamare i sapori.

Regolate di sale, unite una macinata di pepe e servite.

Difficoltà: bassa

CALZONE DI UOVA ALLE ZUCCHINE TRIFOLATE

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti
100 g di mozzarella fiordilatte
100 g di pomodori rossi piccolini
200 g di zucchine
2 rametti di prezzemolo
4 uova
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio di latte
30 g di parmigiano reggiano
QB olio extravergine di oliva
QB sale fino
QB origano
QB pepe nero macinato al momento

Preparazione

Affettate la mozzarella e riducetela a pezzettini. Strizzatela bene e mettetela in un colino a perdere liquido.
Lavate i pomodori e affettarli nello spessore di 4-5 millimetri. Metteteli su un piatto e condirli con un filo d’olio, un pizzico di sale e uno di origano.
Lavate le zucchine sotto acqua fresca corrente. Tagliatele e scartate le estremità, quindi affettatele nello spessore di 4-5 millimetri.
Lavate il prezzemolo, tamponatele con carta da cucina e tritarle assieme all’aglio spellato. Mettete in una padella piuttosto capace un filo d’olio e il trito di aglio e prezzemolo. Fate appena dorare su fiamma vivace. Unite le zucchine e mescolate bene, aggiungete un pizzico di sale, abbassate la fiamma e cuocere coperto per 10 minuti. Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo aggiungete un po’ di brodo vegetale o di acqua calda.
Trascorso il tempo di cottura scoperchiate, alzate la fiamma e fate asciugare il liquido in eccesso girando di continuo.
A fine cottura regolate di sale, coprite e tenete da parte.
In una terrina, ora, rompete le uova e sbattetele bene assieme al latte, aggiungete un pizzico di sale, una macinata di pepe e il Parmigiano grattugiato, sbattete energicamente per far amalgamare bene gli ingredienti.
Fate scaldare su fiamma media una capace padella antiaderente, ungetela appena ed asciugatela con un foglio di carta da cucina.
Versate l’uovo, abbassate la fiamma, coprite e fate cuocere per 4-5 minuti. Sollevate con una spatola di legno un angolo della frittata per controllare quando è ben cotta, quindi ribaltatela.
Condite il centro della frittata con la mozzarella, le zucchine e il pomodoro. Appena anche l’altro lato della frittata sarà ben cotto, ripiegate il lembo destro e quello sinistro verso il centro.
Trasferite il calzone su un piatto da portata, coprite per un paio di minuti per dare modo alla mozzarella di sciogliersi uniformemente, quindi servite, ancora caldo

Difficoltà: media

Tempo di realizzazione: 30min

Piatto pronto:
nei punti vendita il gigante

MAZZETTI DI ASPARAGI ALLO SPECK

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti
1000 g di asparagi
10 n. di fette di speck
40 g di grana padano grattugiato
70 g di burro
2 n. di ciuffi di prezzemolo
QB olio di oliva
QB sale
QB pepe nero

Preparazione

Lavate e pulite gli asparagi, fateli bollire in acqua salata per 10/15 minuti e salate(il tempo di cottura varia in base alla dimensione degli asparagi).
Scolate e formate dei mazzetti avvolgendo 4 asparagi in una fetta di speck. Continuate sino a terminare tutti gli ingredienti.
In un padellino fate fondere il burro con olio, sale, pepe e prezzemolo tritato.
Mettete gli asparagi in una pirofila e bagnateli con l’emulsione preparata. Spolverate di grana e fate cuocere in forno pre-riscaldato a 200°C per 5 minuti.

Difficoltà: media

ROTOLO GOLOSO ALLE FRAGOLE

DOSI PER 4 PERSONE

Ingredienti
50 g di farina 00
80 g di zucchero
5 uova a temperatura ambiente
1 tuorlo a temperatura ambiente
12 g di miele millefiori
140 g di cioccolato bianco
100 g di panna fresca liquida
100 g di latte intero
45 g di zucchero di canna
40 gi di tuorli a temperatura ambiente
4 g di gelatina in fogli
200 g di fragole
20 g di zucchero
1 limone, il succo
QB zucchero a velo

Preparazione

Tritate il cioccolato bianco con un coltello e tenete da parte, mettete la gelatina in una ciotola, ricopritela di acqua fredda e lasciatela in ammollo per circa 10 minuti. Nel frattempo versate in un pentolino il latte e la panna e scaldate dolcemente, senza che arrivi al bollore.
Mettete i tuorli in una ciotola, aggiungete lo zucchero di canna e sbattete con una frusta per amalgamarli. Quando il composto di latte e panna sarà caldo, versatene una piccola quantità nella ciotola con i tuorli e mescolate bene con la frusta. A questo punto unite il composto di tuorli così stemperato al latte rimasto nel pentolino e rimettetelo sul fuoco.
Scaldate il composto a fuoco dolce e mescolando regolarmente: quando la temperatura del liquido sarà arrivata poco prima dell’ebollizione, togliete il pentolino dal fuoco e aggiungete la gelatina precedentemente ammollata, avendo cura di strizzarla bene; mescolate per amalgamarla.
Ora aggiungete il composto con la gelatina al cioccolato bianco tritato e mescolate accuratamente con una spatola fino a che il cioccolato non sarà completamente sciolto. Coprite la crema con pellicola a contatto e lasciatela in frigorifero a riposare per almeno 2 ore, meglio se tutta la notte.

Pasta biscotto
Preriscaldate il forno in modalità statica a 180°, poi separate i tuorli dagli albumi. Mettete i tuorli in una ciotola e sbatteteli con una frusta elettrica (oppure in una planetaria), aggiungendo gradualmente metà dello zucchero previsto per questa preparazione. Dopo aver incorporato lo zucchero, aggiungete il miele e continuate a sbattere fino ad ottenere un composto bianco e spumoso, che metterete momentaneamente da parte.
Aggiungete lo zucchero rimanente agli albumi, sempre poco per volta, e montateli con le fruste elettriche fino a che non saranno raddoppiati di volume e avranno raggiunto una consistenza soda.
A questo punto unite gli albumi montati al composto di tuorli, mescolando delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto fino a che non saranno ben incorporati. Aggiungete la farina 00 e mescolate ancora con la spatola per incorporarle al composto, facendo sempre movimenti delicati dal basso verso l’alto. Ora foderate una leccarda di 30×38 cm con carta forno, versate al centro l’impasto così ottenuto e stendetelo accuratamente con una spatola in modo che abbia uno spessore uniforme e ricopra l’intera superficie. Cuocete la pasta biscotto nel forno statico preriscaldato a 180° per 10-12 minuti posizionandola sul ripiano basso del forno, fino a che non risulterà leggermente dorata, evitate in ogni caso di prolungare eccessivamente la cottura. Una volta sfornata la pasta biscotto, adagiate un altro foglio di carta forno sopra la pasta biscotto; capovolgetela facendo attenzione su un piano d’appoggio. Lasciatela intiepidire prima di rimuovere molto delicatamente la carta forno in superficie senza danneggiarla; poi lasciatela raffreddare completamente.

Fragole
Lavatele e tagliatele a rondelle di medio spessore, poi versatele in un pentolino insieme al succo di limone e allo zucchero. Scaldatele fuoco dolce per un paio di minuti, giusto il tempo di far sciogliere lo zucchero, poi trasferitele in un colino per raccogliere il succo che si sarà formato nella padella. Tenete da parte sia le fragole che il succo.
Assemblare
Quando tutte le preparazioni saranno pronte, potrete occuparvi di assemblare il vostro rotolo alle fragole. Riprendete il cremoso al cioccolato bianco dal frigorifero e lavoratelo con una spatola per ammorbidirlo. Ricoprite l’intera superficie della pasta biscotto con la crema spalmandola con una spatola, poi aggiungete le fragole e distribuitele uniformemente.
Sollevate leggermente la carta forno dal lato più corto e iniziate ad arrotolare man a mano, molto delicatamente senza pressare, la pasta biscotto su se stessa. Continuate ad arrotolarla fino a raggiungere l’altra estremità, poi sigillate bene la carta forno e mettete il rotolo a rassodare in frigorifero per almeno 3 ore.
Trascorso il tempo di riposo, riprendete il rotolo dal frigorifero e rimuovete la carta forno. Ora spennellate la parte esterna del rotolo con il succo di fragole che avevate tenuto da parte, poi spolverizzatelo con lo zucchero a velo. Se desiderate realizzare una decorazione più originale, ritagliate delle strisce di carta forno e posizionatele diagonalmente sulla superficie del rotolo, poi spolverizzate con lo zucchero a velo e rimuovete delicatamente le strisce che avranno creato così un disegno geometrico. Il vostro meraviglioso rotolo alle fragole è pronto per essere servito!

Conservazione
Il rotolo alle fragole si può conservare in frigorifero per massimo 3 giorni. Potete anche congelarlo già farcito