stampa la pagina

Il microchip e il tatuaggio



La certezza che il nostro cane possa essere identificato se si smarrisce e, quindi, riportato a casa, ci farà sentire più sicuri soprattutto quando siamo in giro. I metodi di riconoscimento tra cui possiamo scegliere sono fondamentalmente tre: la piastrina appesa al collare, che è anche lo strumento più tradizionale, riporta il nome e i numeri di telefono del proprietario; il microchip, invece, è un impianto con un unico numero identificativo registrato in un database nazionale. Viene innestato sotto la pelle, generalmente tra le due ossa piatte della spalla. Se il cane si perde, uno scanner in grado di leggere il chip rivelerà l’identità del proprietario; infine, il tatuaggio. Consiste nello stampare un numero nella parte interna dell’orecchio e, contestualmente, nell’inserire tutti i dati del padrone (connessi a quel numero) in un database.  Ma vediamo nel dettaglio come funzionano. Il microchip ha il vantaggio di essere un metodo di riconoscimento sicuro perché, in linea di massima, è permanente. Ma presenta anche qualche controindicazione: i chip, col tempo, possono guastarsi; inoltre, non è possibile che chiunque ritrovi il cane sia dotato di uno scanner per il riconoscimento e gli stessi scanner potrebbero non individuare un chip se incompatibile con la sua specifica marca, o a causa della batteria scarica o del tempo freddo. Inoltre, sono stati registrati effetti “indesiderati”, come tumori maligni. Chi opta per questo metodo, infine, deve sapere che attualmente non esiste un database universale per i chip e per gli scanner in uso.
Per quanto riguarda il tatuaggio, si tratta di un metodo permanente di identificazione, di certo meno invasivo del microchip ma in genere molto doloroso per i cani e brutto da vedere nelle razze con le orecchie appuntite. Anche il tatuaggio con il tempo, però, può scolorirsi. È fondamentale, poi, che i database contenenti i dati dei proprietari vengano aggiornati costantemente ed è bene sapere che se un registro di tatuaggi viene chiuso, il tatuaggio potrebbe essere privo di significato perché il database non sarà più attivo.
 




Il gigante supermercati