Consigli ricette

PRODOTTI IL GIGANTE > RICETTE > I CONSIGLI DELLO CHEF > CONSIGLIO SCELTO >

stampa la pagina

Speciale Tisane

Moda occasionale o sana abitudine, la tisana è oggi ampiamente diffusa sulle tavole degli italiani per le sue qualità, tanto diverse quanto variegate sono le tipologie di erbe utilizzate nelle preparazioni. Prepararsi una bevanda calda nelle fredde e umide giornate invernali non solo riscalda il corpo e delizia il palato, ma rappresenta anche un rimedio naturale per alleviare piccoli fastidi quotidiani.
La tisana è una soluzione diluita di sostanze di origine vegetale all’interno della quale troviamo una o più erbe o piante principali con proprietà terapeutiche (ad esempio depurative, digestive, calmanti…), una o più erbe o piante adiuvanti che integrano l’azione delle precedenti e, infine, eventuali complementi e correttori del gusto. Le componenti principali e adiuvanti sono la base di ogni tisana, i complementi vengono impiegati per dare al prodotto finale un aspetto gradevole, i correttori del gusto migliorano il sapore della bevanda che ad esempio potrebbe risultare amara.
La tisana è realizzata con erbe fresche o secche, opportunamente sminuzzate per favorire l’estrazione dei principi attivi. E’ altresì importante combinarle e dosarle sulla base degli effetti che si desidera ottenere. Le erbe insieme possono infatti interagire o influenzarsi, arrivando a rallentare l’azione del processo terapeutico o addirittura creare interazioni indesiderate. Per questo è ad esempio sconsigliato l’uso di più di cinque prodotti in un’unica preparazione. Infine, buona norma è evitare di mischiare le parti dure (radici, semi, corteccia legno) e tenere (fiori, foglie e parti erbacee) di erbe e piante.
La tisana può essere realizzata per infusone, decozione o macerazione. Nei primi due casi è opportuno consumare subito la preparazione per sfruttarne al meglio le proprietà; se proprio ciò non fosse possibile, ricordatevi di riscaldare soltanto la tisana, meglio a bagnomaria, senza portarla a ebollizione. L’infuso si realizza versando acqua bollente su una miscela di fiori, foglie e piante erbacee di una pianta. Dopo pochi minuti di riposo, potete filtrare con un colino e la vostra bevanda è pronta. Il decotto viene preparato con le parti più dure della pianta che devono essere immerse in acqua fredda e poi messe sul fuoco, portate a ebollizione e lasciate sobbollire per una decina di minuti. Anche qui è necessario filtrare il preparato prima del consumo. Il macerato si ottiene invece lasciando le erbe a riposo in acqua fredda, con una tempistica specifica per prodotto. Utilizzate contenitori in vetro, ceramica o porcellana adatti ad essere chiusi con un tappo.
Per la composizione specifica della tisana vi suggeriamo di rivolgervi ad un erborista esperto o ai prodotti in bustine già pronti e disponibili nei migliori supermercati.


Il gigante supermercati
tutte le news