Consigli ricette

stampa la pagina

Cosa mangiare in spiaggia

In estate capita spesso di andare al mare la mattina e ritornare a casa la sera, fermandosi in spiaggia anche per il pranzo. In alternativa alle proposte dei numerosi e attrezzatissimi stabilimenti balneari, molte famiglie, coppie e anche gruppi di amici scelgono di portarsi il sano e vecchio cestino da pic nic direttamente da casa. Una consuetudine oggi tornata in voga: per quelli che devono fare i conti con il caro vita di tutto l’anno ma anche delle vacanze, per quelli che vogliono mangiar sano e in modo equilibrato, per quelli che semplicemente vedono il pranzo in spiaggia come un momento di socializzazione e condivisione. Certo siamo ben lontani dai pasti pantagruelici di qualche anno fa perché preferiamo dare più importanza alla linea e alla leggerezza, ma non rinunciamo alla preziosità e all’eleganza del menu.

I CONSIGLI DEI NOSTRI CHEF
Cosa portare
Disponete il cibo all’interno di contenitori ermetici per proteggerlo dalla sabbia e custoditelo in una borsa termica che ne mantiene la temperatura sufficientemente fresca; attrezzatevi di un ombrellone per riparare borsa e contenuto dal sole diretto; minutevi di stoviglie usa e getta di carta o di plastica, ricordandovi di gettarle negli appositi contenitori di rifiuti.
Il consiglio in più: fate scorta di acqua e succhi di frutta freschi ma non ghiacciati e cercate di evitare bevande alcoliche ed eccessivamente gassate che sotto il sole non sono mai l’ideale; preparate cibi leggeri e rinfrescanti e conditeli con un filo di olio extra vergine di oliva oppure salse leggere come lo yogurt, la salsa rosa, la senape e la maionese in versione light; abbondate con spezie ed erbe fresche come prezzemolo, basilico e menta.

IL MENU
Per iniziare con sprint il vostro pranzo inserite nel vostro menu le intramontabili insalate di pasta o riso che ben si prestano al trasporto e alla conservazione in spiaggia.
Lo chef consiglia:
Le classiche di pasta: con verdure crude o alla griglia, mozzarella e pomodorini, surimi e gamberi, tonno e olive, dadini di pollo, polpo e patate. Le sfiziose di pasta: salmone e curry, ceci e pomodoro, zucchine e menta, mais e speck.
Il riso: con pesto di rucola e pomodori; con mais, olive, funghetti e carciofini; con tonno, piselli e gamberetti; con salmone affumicato.
Leader indiscussi dei pranzi in spiaggia sono i panini, dalla tipica rosetta al pan carré, dal pane di grano duro a quello ai cereali. Sbizzarritevi con il ripieno, scegliendo prodotti leggeri, digeribili e nutrienti. Ottime tutte le verdure, gli arrosti, i prodotti caseari come la mozzarella e l’emmenthal, le uova sode e il tonno in scatola. Per i più tradizionalisti che amano i salumi, questi sono ammessi, a patto di non eccedere in quantità e di non aggiungere condimenti particolarmente grassi. La cotoletta di pollo resta un evergreen per grandi e piccini, da arricchire con foglie di insalata e un filo di maionese light.
Per i più frugali, la frutta resta insuperabile, fresca, leggera e particolarmente sfiziosa in questo periodo dell’anno, dalle pesche alle albicocche, dal melone all’anguria.
Senza dimenticarci del caffè, da gustare freddo o shakerato, il giusto antidoto al caldo estivo.
 


Il gigante supermercati